LOADING

Type to search

Multa e carcere per chi condivide online informazioni private aziendali

Share

La Procura ha già rilevato l’importanza del decreto federale – legge n. 5 del 2012 nella lotta contro la criminalità informatica.

La pubblica accusa degli EAU ha emesso un avvertimento contro la divulgazione di informazioni aziendali riservate senza autorizzazione online.

Ai sensi dell’articolo 22 della legge federale n. 5 per il 2012, chiunque utilizzi, «senza autorizzazione, qualsiasi rete informatica, sito web o tecnologia informatica come mezzo per divulgare informazioni riservate acquisite nel corso del proprio lavoro» sarà soggetto a tali sanzioni.

La pena comprende la reclusione per un periodo di almeno sei mesi e una multa non inferiore a 500.000 Dh e non superiore a 1 milione di Dh.

Elaborato da IICUAE, per vedere articolo completo, clicca sotto.

Articolo completo