LOADING

Type to search

L’Italia è il Paese dell’anno 2021

IICUAE Press
Share

L’Italia è il Paese dell’anno 2021. A certificarlo è il celebre magazine britannico The Economist nella sua edizione natalizia, tradizionalmente un riconoscimento per il Paese che ha contribuito più di tutti a rendere il mondo migliore. Stavolta a essere premiato è anche l’esecutivo del premier Mario Draghi. Nello specifico, nelle motivazioni l’Economist loda il nostro Paese per “un governo migliore, il successo sui vaccini, una nuova competenza politica e una forte ripresa economica”.

In “finale” per l’Economist quest’anno è arrivata anche la Lituania, per i suoi sforzi e le azioni democratiche, ma è l’Italia il Paese più meritevole. “Non per i suoi calciatori che hanno vinto gli Europei, e nemmeno per l’Eurovision, bensì per la sua politica.”

L’Economist ha criticato per anni l’Italia quando era guidata da Berlusconi, il Paese ha spesso avuto governi fragili, e i cittadini nel 2019 erano addirittura più poveri nel 2019 rispetto al 2020.

Quest’anno però l’Italia è cambiata; con Mario Draghi, il Paese ha acquisito un Primo Ministro competente e rispettato a livello internazionale. Per una volta, in Italia, la maggioranza dei politici ha messo da parte le proprie differenze per sostenere un programma di riforme.

Secondo l’Economist, “anche la campagna vaccinale è stata tra le migliori in Europa. Dopo un difficile 2020, ora l’economia dell’Italia sta ripartendo più velocemente di Francia e Germania.” Draghi vuole essere Presidente della Repubblica, che sarebbe un ruolo più cerimoniale, e potrebbe essere succeduto da un Primo Ministro meno competente. Ma è innegabile che l’Italia oggi si trovi in una posizione migliore di quella di dicembre 2020. E perciò, in italiano, “Auguroni!”.

Fonte: La Repubblica