LOADING

Type to search

Import & Export: nozioni base di logistica

Share

Indipendentemente dal settore merceologico e dalle dimensioni, l’attività di un’impresa tende ad essere sempre di più orientata sui processi e sulle funzioni, al fine di massimizzare la gestione e il raggiungimento dei risultati. In questo contesto, il trasporto delle merci riveste un ruolo strategico estremamente importante e la cura di tutti gli aspetti connessi ad esso è ciò che può rendere o meno efficace la trattativa commerciale, assicurare competitività ed ottimizzare i risultati aziendali. Prima di organizzare una spedizione in import o in export è dunque bene conoscere ogni aspetto del trasporto internazionale di merci, a partire dai contratti di spedizione e dalle figure principali di tutto il processo, gli attori della logistica:

  • IL MITTENTE: Il mittente, o committente, è il soggetto che fa richiesta del servizio di trasporto, firmando in nome proprio il contratto di trasporto con il vettore.
  • LO SPEDIZIONIERE: Lo spedizioniere, o caricatore, è l’impresa che assume l’incarico di organizzare il trasporto di cose affidandole, a seconda del luogo di destinazione e delle istruzioni ricevute, a vettori terrestri, marittimi ed aerei.
  • IL VETTORE: Si definisce in tal modo il soggetto che, per conto dello speditore, provvede al trasporto fisico delle merci, con mezzi propri o altrui, dal punto di partenza a quello di destino. Ha l’obbligo di conservare l’integrità dei beni che gli sono stati affidati fino alla consegna al destinatario e, quasi sempre, appone la propria firma al documento di trasporto.
  • IL DESTINATARIO: Il destinatario è colui che riceve la merce oggetto del trasporto, nel luogo stabilito. Nel caso in cui il mittente spedisse i beni a una filiale della propria azienda, le figure di mittente e destinatario coincideranno.
  • IL PROPRIETARIO DELLA MERCE: Il proprietario della merce è l’impresa o la persona giuridica pubblica che ha la proprietà delle cose oggetto dell’attività di trasporto al momento della consegna al vettore.

MANDATO DI SPEDIZIONE E CONTRATTO DI TRASPORTO
Alla base di qualunque spedizione è presente un accordo tra le parti, un contratto all’interno del quale vengono specificati i ruoli, gli obblighi e le responsabilità (e le relative esenzioni) a cui devono sottostare i diversi soggetti. A seconda che la spedizione venga affidata a uno spedizioniere, a un vettore (o a uno spedizioniere-vettore) o a un doganalista (oppure a uno spedizioniere-doganalista) avremo diverse tipologie di mandato, rispettivamente un incarico di spedizione, un incarico di trasporto o un incarico di rappresentanza doganale.
LETTERA DI INCARICO ALLO SPEDIZIONIERE
Il mandato di spedizione viene preventivamente negoziato e concordato via telefono, fax o e-mail e, per legge, non è obbligatorio formalizzarlo in forma scritta. È, però, caldamente consigliato mettere per iscritto, firmate e controfirmate, tutte le disposizioni, perché, in caso di controversia, il mandante non avrà alcun documento ufficiale per provare eventuali mancanze dello spedizioniere riguardo agli accordi presi.
Entrando nello specifico, il mandato allo spedizioniere è un contratto, secondo il quale lo spedizioniere si impegna a concludere, a nome proprio e per conto del mandante, i contratti di trasporto con un vettore, così da mettere in atto tutte le operazioni atte al trasporto per la consegna della merce affidatagli dal mittente.
Non essendo presenti norme obbligatorie applicabili agli spedizionieri in ambito internazionale, oltre agli articoli del Codice Civile si può fare riferimento alle condizioni contrattuali definite dall’organizzazione degli spedizionieri (FIATA) e alle condizioni generali deliberate dall’associazione di categoria a cui appartiene lo spedizioniere.
Una volta che lo spedizioniere accetta la lettera di incarico, esso deve attenersi alle istruzioni e agli incarichi accessori al trasporto concordati, relativi, ad esempio, a vincoli alla consegna, al pagamento della fornitura, ai termini di consegna della merce, ecc., agendo sempre nel migliore interesse del mandante. Lo spedizioniere non è infatti il responsabile della riuscita del trasporto (ruolo del vettore), bensì è il responsabile delle scelte che adotterà in merito al trasporto stesso.
LETTERA DI INCARICO AL VETTORE (O ALLO SPEDIZIONIERE-VETTORE)
A differenza del precedente contratto di spedizione, in questo caso si tratta di un vero e proprio contratto di trasporto, un accordo in base al quale il vettore si impegna a trasferire cose o persone da un luogo di partenza a uno di destinazione, assumendosi i rischi dell’esecuzione e specifici obblighi, a fronte dell’obbligo di pagamento del prezzo da parte del mittente.
LETTERA DI INCARICO DI RAPPRESENTANZA DOGANALE
In base a quanto stabilisce il nuovo Codice Doganale Unionale (CDU), chiunque ha il diritto di nominare un rappresentante (diretto o indiretto) per le sue relazioni con le autorità doganali. Questa rappresentanza del proprietario delle merci in dogana può essere diretta, nel caso in cui il rappresentante agisca a nome e per conto di terzi (possibilità precedentemente riservata solo agli spedizionieri doganali iscritti all’albo professionale), oppure indiretta, se il rappresentante agisce a nome proprio ma per conto di terzi (come deliberato dal Reg. 952/2013, all’art. 18).
Il potere di rappresentanza da parte dei rappresentanti doganali viene acquisito attraverso un mandato (con rappresentanza) o tramite procura (senza rappresentanza), documenti senza i quali non è possibile operare in dogana per conto terzi.
CONCLUSIONI
L’attenzione ai dettagli è un aspetto fondamentale nel trasporto di merci, specialmente per quanto riguarda gli scambi internazionali, a causa delle distanze, della tipologia di trasporti, delle operazioni di carico, scarico, stivaggio, fissaggio, deposito, custodia, movimentazione delle merci, uso di mezzi idonei a trasportare il bene oggetto del contratto di compravendita, dei rischi che durante il trasporto le merci possono subire, degli aspetti doganali, documentali, di pagamento delle merci, assicurativi, di passaggio di costi, di rischi e di responsabilità dal venditore al compratore.

Tratto da Melissa Alpi International Consulting, 20 Giugno 2022

Fonte: Focus su Attori della logistica e contratti di spedizione – Alpi Melissa – International Consulting; Guida all’Export (guidaexport.it)

 

 

 

#export #news #import #italian #goods #rules #law #IICUAE #shipping