LOADING

Type to search

Il rinvio di Expo 2020, un catalizzatore positivo per gli immobili di Dubai

Share

Il settore immobiliare è un pilastro chiave dell’economia degli Emirati Arabi Uniti e ha attraversato una fase di correzione negli ultimi anni a causa del crescente divario tra domanda e offerta. I principali costruttori immobiliari si sono affrettati a completare i loro progetti di sviluppo prima di Expo 2020, che è stato riprogrammato al prossimo anno a seguito dell’epidemia di coronavirus.

L’inizio del 2020 ha portato alla vendita quasi 5.000 unità abitative. Secondo i rapporti di Core, questo porta a 555.000 il numero totale di unità abitative a Dubai. Tutto ciò in previsione del massiccio afflusso di visitatori che Expo 2020 avrebbe dovuto portare.

Il ritardo di Expo 2020 potrebbe essere un catalizzatore positivo per il settore immobiliare, poiché aiuterà ad attrarre investitori per unità abitative pronte sul mercato. I costruttori hanno aderito a nuovi progetti e hanno rallentato il ritmo del lavoro sugli sviluppi esistenti in modo da poter commercializzare le azioni esistenti ai potenziali acquirenti in vista del mega evento di sei mesi, che dovrebbe attirare 25 milioni di persone in tutto il mondo.

Il mercato immobiliare degli Emirati Arabi Uniti sta soffrendo di un eccesso di offerta, con un numero maggiore di progetti in via di completamento, quindi il ritardo all’Expo mondiale, potrebbe aiutare a risolvere questo problema chiave concedendo più tempo ai costruttori per vendere le loro unità residenziali e commerciali, poiché i prezzi diventano più convenienti. Anche se l’economia degli Emirati Arabi Uniti sta affrontando una sfida significativa, il mercato immobiliare continuerà a maturare. Data la natura a lungo termine dell’investimento che gli immobili hanno sempre avuto, è sicuro affermare che il mercato sopravviverà e la crescita tornerà. I consulenti e gli agenti immobiliari affermano che i loro recenti clienti sono alla ricerca di spazi abitativi più grandi. Sembra che la pandemia abbia cambiato il comportamento dei consumatori e fatto una nuova domanda di ville e case a schiera, con un numero crescente di transazioni. La data di Expo 2020 è passata al 2021 e i tempi sono difficili ma il desiderio di visitare, vivere e lavorare negli Emirati Arabi Uniti non è diminuito.

Per vedere l’articolo completo visita Khaleej Times.com

Tags:

You Might also Like