LOADING

Type to search

Coronavirus: Emirates aggiungerà 50 destinazioni a giugno

Share

La compagnia aerea ha deciso di espandere le destinazioni man mano che un numero maggiore di Paesi alleggerisce le restrizioni di viaggio.

La compagnia aerea Emirates è destinata ad espandere i propri voli verso 50 destinazioni a giugno, poiché sempre più paesi hanno alleggerito le restrizioni di viaggio, ha affermato il suo alto funzionario.

Adel Al Redha, direttore operativo di Emirates, ha dichiarato che la compagnia aerea è sicura di organizzare un forte ritorno nelle prossime settimane aprendo più destinazioni e facilitando i passeggeri in transito.

“Giugno è un mese molto importante per l’aviazione in generale e per Emirates in particolare poiché la compagnia aerea riaprirà più rotte nei prossimi giorni. Siamo in stretto contatto con le autorità competenti e i governi e condivideremo i dettagli una volta concluso un accordo” Al Redha ha detto a Khaleej Times in un’intervista esclusiva lunedì.

Oggi Emirates, Etihad Airways e Flydubai hanno avviato voli di rimpatrio di linea e speciali verso circa 30 destinazioni in Asia, Europa, Africa e Stati Uniti.

La compagnia aerea numero uno al mondo con sede a Dubai per i viaggi internazionali ha ripreso i voli passeggeri verso nove destinazioni in tutto il mondo il 21 maggio. I paesi includono Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna, Stati Uniti, Canada e Australia.

La compagnia aerea offrirà anche collegamenti a Dubai per i clienti che viaggiano tra il Regno Unito e l’Australia. Oltre ai servizi di linea, Emirates continuerà a lavorare a stretto contatto con ambasciate e consolati per facilitare i voli di rimpatrio per visitatori e residenti che desiderano tornare a casa.

“Restrizioni di volo e di viaggio Covid-19 rimangono in vigore in molti paesi del mondo. Ma la situazione sta cambiando rapidamente e più paesi allenteranno le restrizioni di viaggio questo mese e contribuirà a rilanciare commercio, turismo, aviazione ed economia”, Al Disse Redha.

“Stiamo monitorando attentamente la situazione man mano che si evolve e speriamo di riprendere i servizi non appena le condizioni lo consentiranno. Ciò include la ricezione di approvazioni governative, l’allentamento delle restrizioni di viaggio e la domanda commerciale. Annunceremo più destinazioni nei prossimi giorni una volta conclusi parla con le autorità interessate “, ha aggiunto.

Emirates ha recentemente aggiunto 12 paesi arabi al suo programma di voli passeggeri. Ora è possibile effettuare prenotazioni per voli in partenza da Dubai dal 1 ° luglio verso destinazioni tra cui Egitto, Arabia Saudita, Kuwait, Oman, Bahrain, Iraq, Tunisia, Marocco, Algeria, Libano, Giordania e Sudan. Tuttavia, la compagnia aerea ha chiarito che questo è soggetto a modifiche, in base alla dinamica situazione del viaggio.

3 mesi sono cruciali

“Tre mesi sono molto cruciali per i mercati dell’aviazione in quanto stabiliranno la direzione futura poiché un numero maggiore di paesi revocherà il divieto di voli internazionali. La maggior parte dei paesi aprirà i loro aeroporti a giugno e luglio e il resto è previsto per agosto”, ha affermato.

“Non possiamo vivere in lockdown per sempre. L’aviazione è un’ancora di salvezza e le principali parti interessate dell’economia. Come altri attori del settore, non abbiamo altra scelta se non quella di radicare circa il 90% della nostra flotta a causa dello scoppio del coronavirus”, ha affermato.

Juwhra Salem, uno specialista economico con sede a Dubai, ha dichiarato che l’annuncio di Emirates è un eccellente passo per riportare la vita a ciò che era prima di Covid-19.

“Questa è una notizia positiva che avrà il suo impatto su molteplici settori del paese, incluso il turismo, che sono stati tutti gravemente colpiti da questa situazione senza precedenti negli ultimi mesi. Ciò è anche un’indicazione della disponibilità del paese e delle sue capacità nel gestire le diverse ramificazioni di Covid-19 “, ha detto.

La sicurezza prima di tutto

A una domanda su Covid-19 e le misure di sicurezza introdotte dalla compagnia aerea, ha affermato che Emirates adotta ogni misura possibile per proteggere i propri dipendenti, passeggeri e comunità.

“Forniamo a tutti gli ospiti un kit di igiene gratuito. Contiene una maschera per il viso, guanti, salviette antibatteriche e disinfettante per le mani. Si consiglia ai viaggiatori di arrivare in aeroporto quattro ore prima della partenza.

“Abbiamo implementato ulteriori misure in aeroporto in coordinamento con le autorità competenti in materia di allontanamento sociale e sanificazione”, ha detto.

 

Fonte: articolo di Muzaffar Rizvi per Khaleej Times

Tags:

You Might also Like