LOADING

Type to search

Aggiornamento collegamenti aerei da/per gli EAU

Share

Con il passaggio verso una fase 2 nella gestione dell’emergenza sanitaria causata da COVID-19, le Autorità degli Emirati Arabi Uniti hanno disposto la ripresa graduale dei collegamenti aerei in uscita dal Paese, inclusi voli settimanali diretti da Abu Dhabi/Dubai verso Milano e verso altre città europee con successivo collegamento verso Roma.  L’ingresso negli EAU rimane consentito ai cittadini emiratini. Gli stranieri (quindi anche i cittadini italiani) in possesso di un valido titolo di soggiorno negli EAU e temporaneamente all’estero devono invece presentare richiesta di reingresso attraverso la piattaforma digitale ICA (Identity and Citizenship Authority) del governo emiratino, che rilascerà un codice autorizzativo da utilizzare in fase di acquisto del biglietto aereo di ritorno negli EAU. Ai fini del reingresso, si rammenta inoltre ai connazionali che gli stessi dovranno contattare le Ambasciate degli EAU nei Paesi nei quali si trovano per richieste di eventuale assistenza.
Anche alla luce di possibili repentini aggiornamenti delle disposizioni in vigore oltre che dei collegamenti aerei tra l’Italia e gli EAU, si raccomanda di consultare previamente la compagnia aerea e, nel caso di voli con scalo, di verificare anche le disposizioni in vigore nei Paesi di transito. I viaggiatori autorizzati ad entrare negli EAU sono sottoposti al test del tampone nasale e ad una quarantena domiciliare obbligatoria (in hotel o a casa) per un periodo di 14 giorni.

EMIRATO DI DUBAI: Per il solo Emirato di Dubai, dal 7 luglio è consentito l’ingresso per turismo. I turisti devono essere in possesso di un’assicurazione sanitaria internazionale valida negli EAU che copra eventuali spese relative a test, quarantena e/o trattamenti (incluso il ricovero ospedaliero) legati anche al Covid-19; all’imbarco all’aeroporto di partenza occorrerà presentare al check in una dichiarazione sul proprio stato di salute e i risultati di un test PCR (Tampone) effettuato nei 4 giorni precedenti, in assenza del quale il passeggero verrà sottoposto a tampone all’arrivo a Dubai. I turisti il cui tampone dovesse restituire esito positivo, saranno tenuti ad osservare una quarantena di 14 gg secondo le indicazioni che verranno fornite sul posto dalle Autorità locali. La quarantena potrà essere disposta sia al domicilio, che in apposita struttura dedicata o in ospedale. Prima di lasciare l’aeroporto tutti i turisti dovranno scaricare e registrare i propri dettagli sull’app “COVID-19 DXB” e durante il soggiorno dovranno attenersi alle misure previste per ridurre il contagio da Covid-19 (mascherine, distanziamento fisico di 2 metri, lavaggio frequente delle mani).

Fonte: Viaggiaresicuri.it

Tags: