LOADING

Type to search

L’Italia allenta le misure

Share

L’Italia dà il via alle riaperture graduali dei settori maggiormente penalizzati dalle misure anti-covid quali ristorazione, palestre, piscine, strutture termali, cinema e spettacoli dal vivo.

Nonostante l’allentamento delle misure, in tutte le attività, si adotteranno tutte le misure possibili per evitare assembramenti. Rimane quindi ancora negato l’accesso in caso di temperature maggiori a 37,5°C e resta obbligatorio rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale. In aggiunta, si dà privilegio all’accesso tramite prenotazione mantenendo l’elenco dei soggetti che hanno prenotato per un periodo di 14 giorni e per gli impianti di condizionamento è obbligatorio escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. Infine, è sempre necessario predisporre e garantire di un’adeguata informazione e sensibilizzazione sulle misure di prevenzione, igieniche e comportamentali, utili a contenere la trasmissione del SARS-CoV-2, anche facendo appello al senso di responsabilità individuale. Di seguito, le indicazioni precise.

Per quanto riguarda l’attività di ristorazione, quindi ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e catering, è consentito lo svolgimento sia del servizio del pranzo, che della cena. Negli esercizi che dispongono di posti a sedere, bisogna assicurare il mantenimento di almeno 2 metri di separazione tra i tavoli al chiuso e 1 metro negli ambienti all’aperto ed è necessario predisporre di soluzioni digitali per la consultazione del menu, o in stampa plastificata oppure cartacei a perdere. Negli esercizi che non dispongono di posti a sedere, in base alle specifiche caratteristiche dei singoli locali, è consentito l’ingresso ad un numero limitato di clienti mantenendo 2 metri di separazione.

In merito alle palestre e alle piscine per l’attività natatoria, è preferibile redigere un programma specifico delle attività pianificate in modo da evitare condizioni di assembramento. Si organizzeranno inoltre gli spazi e le attività nelle aree spogliatoi e docce assicurando 2 metri di separazione, tutti gli indumenti e oggetti personali devono essere riposti dentro la borsa personale, anche qualora depositati negli appositi armadietti, e infine si raccomanda di mantenere aperte, il più possibile, porte, finestre e vetrate al fine di favorire il ricambio d’aria naturale negli ambienti interni. Nello specifico, si prevede la disinfezione degli attrezzi usati nelle palestre e al fine di assicurare un livello di protezione dall’infezione, va assicurata nelle piscine l’efficacia della filiera dei trattamenti dell’acqua. In modo analogo, valgono le medesime indicazioni per le strutture termali e i centri benessere.

Riaprono anche i cinema e gli spettacoli dal vivo, che comprendono produzioni liriche, sinfoniche ed orchestrali, spettacoli musicali, produzioni teatrali e produzioni di danza. Al fine di evitare la creazione di assembramenti, sarà garantita la riorganizzazione e l’ottimizzazione degli spazi per garantire l’accesso in modo ordinato assicurando il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti. Sarà inoltre garantita la frequente pulizia e disinfezione al termine di ogni giornata di tutti gli ambienti, locali e attrazioni.

Infine, resta inteso che in base all’evoluzione dello scenario epidemiologico le misure indicate potranno essere rimodulate, anche in senso più restrittivo.