LOADING

Type to search

Oggi la sonda Hope raggiungerà Marte

Share

Fase 1 

Entrando in un’altra fase critica della missione, Hope tenterà l’inserzione nell’orbita di Marte, un processo che durerà 27 minuti.

In questo momento critico, i segmenti tra terra e spazio saranno minimi, mentre il team si concentrerà sull’ingresso sicuro in una Capture Orbit su Marte.

Il consumo di carburante durerà circa 30 minuti e ridurrà la velocità della navicella da oltre 121.000 km/h a circa 18.000 km/h.

Fase 2 

Il primo contatto con l’osservatorio dopo l’inserimento nell’orbita di Marte avverrà probabilmente dalla stazione spagnola.

La tappa successiva del viaggio della Hope Probe è la transizione dall’orbita di cattura a un’orbita scientifica accettabile in preparazione delle sue operazioni scientifiche primarie.

L’orbita di cattura – un’orbita ellittica della durata di 40 ore – porterà la Hope Probe fino a 1.000 km sopra la superficie di Marte e fino a 49.380 km di distanza da esso.

Nell’orbita di cattura, la prima immagine di Marte dagli strumenti scientifici sarà presa e trasmessa al Mission Operation Centre (MOC).

Il contatto giornaliero è quindi programmato con la squadra sulla Terra, consentendo una rapida rotazione delle sequenze di comando e la ricezione della telemetria.

Dopo un periodo di test e di convalida, viene eseguita una serie di manovre per mettere la Hope Probe nella posizione corretta per spostarsi nell’orbita scientifica.

Fase 3

La Hope Probe avrà un’orbita scientifica ellittica che va da 20.000 a 43.000 km, con un’orbita completa che richiede 55 ore.

L’orbita è unica e permetterà alla Hope Probe di completare la prima immagine planetaria, 24×7, delle dinamiche atmosferiche e del tempo di Marte.

Il periodo di contatto con il Mission Operation Centre (MOC) sarà limitato a 6-8 ore, due volte alla settimana.

Nei due anni in cui la sonda sarà operativa, catturerà nuovi dati su Marte, la sua atmosfera e la sua dinamica.

I dati raccolti saranno messi a disposizione della comunità scientifica attraverso il centro dati della missione Emirates Mars.

Nell’orbita scientifica, gli strumenti effettueranno osservazioni di routine della superficie e dell’atmosfera di Marte, coprendo tutte le posizioni geografiche del pianeta.

Elaborato da IICUAE, per vedere articolo completo, clicca sotto.

Articolo completo