LOADING

Type to search

Perché’ le aziende in medio Oriente devono proteggersi da una “nuova normale” ondata di attacchi informatici.

Share

La crisi di Covid-19 ha innescato inconfutabilmente una massiccia trasformazione della forza lavoro. Milioni di persone sono state improvvisamente introdotte in un modello di lavoro da casa, gli studenti universitari stanno completando i loro studi online e persino la vita sociale è passata da interazioni faccia a faccia a eventi online praticamente ospitati.

Una cosa è stata assicurata da questa pandemia: la connettività è assolutamente essenziale per le aziende e la sicurezza digitale è fondamentale per proteggere i dati, le reti e i cloud che fanno andare avanti le aziende.

In poche parole, la nostra crescente domanda di digitale durante la nuova normalità ha cambiato il panorama delle minacce. Con così tante aziende e dipendenti che vanno online, la superficie vulnerabile agli attacchi si è ampliata e le organizzazioni devono valutare le proprie suite e protocolli di sicurezza tenendo presente questa “nuova normalità”.

Una maggiore dipendenza dal cloud, politiche di gestione dell’accesso alle identità non preparate, reti non protette e accesso remoto non autorizzato hanno lasciato le reti esposte a cattivi attori interni ed esterni. Abbinalo alla capacità di giocare sulle paure scatenate da una pandemia globale, ed è fin troppo sorprendente che a metà aprile Google abbia riferito che in appena una settimana, ha visto oltre 18 milioni di malware giornalieri e email di phishing relative a Covid -19 truffe inviate solo tramite Gmail.

 

Per visualizzare l’articolo completo visita il sito: GulfBusiness

Tags:

You Might also Like

Next Up