LOADING

Type to search

Gli Emirati Arabi Uniti estendono la validità del test PCR Covid-19 a 96 ore per i residenti di ritorno

Share

Giovedì le autorità hanno imposto test Covid-19, fino a 96 ore prima dell’atterraggio, per i passeggeri che arrivano negli Emirati Arabi Uniti.

Il periodo è stato prorogato di altre 24 ore dal limite di 72 ore annunciato dai media in un briefing di mercoledì.

In un tweet, la National Emergency, Crisis and Disaster Management Authority (NCEMA) e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale hanno annunciato che il tempo tra il test PCR per Covid-19 e l’arrivo in uno degli aeroporti degli Emirati Arabi Uniti non deve superare le 96 ore e i risultati dei test devono essere negativi.

Il dott. Saif Al Dhaheri, portavoce ufficiale dell’NCEMA, ha affermato che i test devono essere condotti solo presso centri accreditati, Un elenco di questi è disponibile su www.screening.purehealth.ae.

Tutti i residenti negli Emirati Arabi Uniti di ritorno dall’estero dovranno presentare un test PCR Covid-19 negativo prima di volare. Tutti gli aeroporti degli Emirati Arabi Uniti seguiranno questa normativa da venerdì 24 luglio.

Gli aeroporti devono inoltre garantire che i residenti abbiano firmato un modulo di dichiarazione sanitaria.

In un briefing con i media sugli ultimi sviluppi di Covid-19, le autorità hanno anche annunciato che le compagnie aeree devono garantire risultati PCR negativi per i residenti di ritorno, emessi da centri accreditati.

Le autorità hanno anche richiesto ai fedeli di eseguire le preghiere di Eid Al Adha nelle proprie case, anche se alle moschee sarà permesso di operare con una capacità aumentata del 50% dopo la rottura di Eid, dal 3 agosto. Il funzionario ha inoltre consigliato ai residenti di non distribuire regali o denaro tra i parenti e utilizzare mezzi online.

Rielaborazione IICUAE su fonte Khaleej Times.

Tags:

You Might also Like