LOADING

Type to search

Coronavirus: Il Dubai Department of Tourism svela le strategie post-pandemia

Share

Il Dubai’s Department of Tourism and Commerce Marketing è stato promotore di un incontro virtuale con i principali partner dell’aviazione e del settore hospitality per discutere le strategie attuali e post-pandemiche e le iniziative congiunte volte a garantire il graduale ritorno alla normalità del settore del turismo.
L’ incontro ha peraltro posto l’accento sugli sforzi globali per ridurre al minimo la trasmissione del virus e delle misure precauzionali implementate per salvaguardare la salute delle comunità negli Emirati Arabi Uniti. Presieduto dal direttore generale di Dubai Tourism, Helal Saeed Almarri, all’ incontro hanno partecipato dirigenti chiave di gruppi di ospitalità tra cui Jumeirah, Emaar Hospitality Group, Marriott International, Millennium, Accor, JA Resorts and Hotels, Kerzner International, Al Habtoor Group, Wasl e Rotana, oltre a operatori del settore dell’aviazione come Emirates, Flydubai e Dubai International Airport.

Considerando che il settore dell’ospitalità è un pilastro chiave dell’economia di Dubai, le discussioni tra Dubai Tourism e i partner si sono concentrate sui protocolli operativi da continuare a seguire per consentire la riapertura di hotel e altre strutture turistiche in tutta la città, garantendo al contempo il rispetto delle più rigorose linee guida e fornire opportunità per rilanciare la domanda del mercato interno. Nell’ambito degli sforzi generali per creare una percezione positiva e un ambiente favorevole volto a infondere fiducia tra i viaggiatori che hanno intenzione di visitare Dubai, l’incontro ha anche esaminato varie misure precauzionali che sono state implementate, sia a livello di città sia in settori specifici tra cui il turismo, che rappresentano punti di contatto critici per visitatori e residenti durante il loro soggiorno.
Una delle priorità dal punto di vista del marketing è quella di enfatizzare la sicurezza garantita da Dubai e i chiari e rigorosi protocolli di tutela della salute imposti dalla Dubai Health Authority sulla base di standard internazionali e migliori pratiche volte a contenere il contagio.
L’incontro ha inoltre discusso del meccanismo per garantire l’adesione alle linee guida, soluzioni pratiche per la scansione e il monitoraggio dei passeggeri nell’aeroporto internazionale di Dubai e la gestione efficace della tracciabilità dei contatti in conformità con gli standard sulla privacy, a seguito della ripresa del viaggio aereo.
Tutti i partecipanti alla riunione hanno espresso il loro apprezzamento per il modo in cui il governo – sia a livello di Dubai che negli Emirati Arabi Uniti – ha affrontato la minaccia di Covid-19, comprese le decisioni politiche razionali che hanno consentito una solida gestione della crisi sanitaria e l’attenuazione delle ripercussioni economiche, consentendo la riapertura graduale di settori vitali come il turismo. Le aziende hanno inoltre ribadito il loro sostegno a Dubai Tourism per dare il via al settore con lo sviluppo collaborativo di programmi promozionali e pacchetti personalizzati che tengono conto delle realtà attuali del mercato globale.
Mohammed Al Habtoor, Vicepresidente e CEO, Al Habtoor Group, ha dichiarato: Dubai, con la sua vasta esperienza nel gestire con successo situazioni difficili, è in grado di ripristinare lo slancio
turistico e spianare la strada al settore dell’ospitalità per tornare al suo stato precedente. Questa è anche una visione condivisa dai nostri partner di ospitalità internazionale che hanno riposto grande fiducia nella resilienza di Dubai durante i periodi difficili, così come nel suo sistema sanitario di livello mondiale e la gamma di misure preventive adottate in tutta la città come l’igiene efficace e regolare e programmi di sterilizzazione, che aiuteranno a mettere in evidenza Dubai come una delle destinazioni più sicure al mondo.

Fonte: Khaleej TImes

Tags:

You Might also Like