LOADING

Type to search

Primo impianto italiano di trattamento pneumatici fuori uso ad Abu Dhabi

Share

Grazie all’attività svolta in questi anni dalla Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi e dal Gruppo Sharaf, con la Società Sharaf Future (pioniera nel settore del trattamento rifiuti negli UAE), finalmente la tecnologia italiana arriva negli Emirati anche nel settore appena menzionato, del trattamento rifiuti

La Forrec, azienda Italiana leader nel mondo per la produzione di macchine ed impianti per la gestione e il riciclaggio dei rifiuti, ha installato ad Abu Dhabi il primo impianto per il trattamento degli pneumatici fuori uso, acquistato dall’Azienda Bleu Middle East.

L’impianto tratterà un’importante quantità di pneumatici a partire dal mese di Marzo 2020, per trasformarli in chips da essere utilizzati come combustibile alternativo nei più importanti cementifici degli Emirati e sarà installato presso la discarica degli pneumatici usati in Abu Dhabi. Forrec infatti ha studiato una particolare versione di trituratore primario che, grazie ad una innovativa conformazione delle lame, permette di effettuare un taglio netto nella prima fase di trattamento. Questo “profilo netto” rende il materiale perfettamente adatto alla combustione come TDF (tyre derived fuel), apprezzato da cementifici per l’alto potere calorifico.

Questo primo passo rappresenta il frutto di uno sforzo congiunto che porterà la tecnologia dell’azienda ad essere una soluzione al problema dello smaltimento degli pneumatici, ed il marchio italiano di Forrec ad essere protagonista nell’Area del Middle East.

Tutto ciò sarà sicuramente trainante per le imprese italiane del settore, sulle quali la Camera di Commercio Italiana negli EAU sta lavorando per replicare questo importante risultato.

Nelle seguenti foto potete vedere:
Mauro Marzocchi, Segretario Generale della Camera di Commerciao italiana negli EAU;
Stefano Campagna, CEO di Sharaf Future;
Marco Zoccarato, CEO di Forrec;
Nadia Bensmir, CEO di Bleu Middle East.

Don’t forget to follow us on our social media:
fbiglinkedin

Tags:

You Might also Like